SOTTIL: “BISOGNA CONTINUARE COSÌ!”

IMG_20181207_181946

La partita di Coppa Italia disputata mercoledì 5 dicembre 2018 al Mapei Stadium fra Sassuolo e Catania ha visto i rossazzurri uscire dalla competizione a testa alta, altissima. Dopo aver dominato a lunghi tratti il match, la sconfitta per 2-1, maturata comunque contro una formazione – quella neroverde – che milita in serie A, sembra essere passata in secondo piano. Già, perché il campo ha detto che il Catania c’è, ha una sua vera identità di gioco e di palleggio. A prescindere da quale calciatore venga chiamato in causa, gli schemi e le posizioni provate in allenamento vengono messe in pratica con straordinaria facilità e precisione, ciò è sintomo che tutta la rosa è unita e compatta verso l’unico obiettivo che conta: Serie B.

Come il mister etneo Andrea Sottil aveva dichiarato nel post-gara di Reggio Emilia, i campi di gioco precari di Serie C non devono essere attenuanti per i risultati. Così dopo l’eccelsa prestazione il Catania deve catapultarsi con la testa e con le gambe alla gara di domenica 9 dicembre 2018 ore 16:30 contro il Bisceglie, al “Gustavo Ventura”.

Ad introdurci questa insidiosa trasferta è proprio il tecnico rossazzurro, che parlando ai microfoni della consueta conferenza pre-gara, tenutasi oggi a Torre del Grifo ed appena conclusasi, ha voluto così caricare l’ambiente:

Tanti giocatori scesi in campo a Sassuolo erano stati utilizzati stabilmente anche in campionato: i soli Angiulli e Brodic avevano giocato meno e da loro ho avuto importanti risposte positive. Dobbiamo essere bravi a trovare il mix giusto in campionato senza ossessione del risultato, senza snaturare il nostro gioco ed il nostro modo di concepire il calcio. Siamo in grande crescita, soprattutto fisica. Non dobbiamo avere fretta di cercare e di fare gol, così da fare partite più precise e disinvolte. Perché sappiamo di dover vincere il campionato e possibilmente tutte le partite, questo è il nostro spirito ed è lo spirito del Catania. 

Sul modulo ormai rodato:

“Lavoreremo sul nostro modulo con la difesa a 4. La squadra e soprattutto il campo ha detto che è questo lo schieramento tattico col quale continuare. Quindi lavoriamo e lavoreremo sulle nostre certezze tattiche”.

Sulle condizioni dei campi di Serie C:

La superficie del campo fa la differenza, in particolare quando nel quotidiano ti alleni su campi perfetti come quelli di Torre del Grifo”. Oggi il livello fisico della rosa è perfetto. Tutti sono allo stesso livello. Quindi durante i prossimi impegni, avendo anche a disposizione 5 cambi, utilizzerò tutta La Rosa a disposizione, eccezion fatta per Llama infortunato”.

Tornando sulla gara di Coppa Italia:

La partita di mercoledì ha visto un Catania con personalità, giocando il proprio calcio. Ciò conferma che ho una rosa importante. Adesso bisogna indossare il vestito da serie C, e continuare ad insistere nel gioco visto al Mapei, migliorando la nostra intesa”.

Sulla prestazione importante di Angiulli, chiamato a sostituire Lodi almeno nel ruolo:

Angiulli è un centrocampista con caratteristiche particolare, con compiti tendenzialmente offensivi. Può anche giocare in mediana accanto ad un altro centrocampista pur essendo una mezzala. Può migliorare ancora la fase difensiva”.

Manca meno di un mese a Gennaio:

Mercato? Siamo concentrati solo sulle prossime sei partite. Adesso non ci interessa. Abbiamo comunque una rosa eccelsa”.

Locatelli e le sue dichiarazioni:

Il Catania non ha fatto la partita della vita” – come ha chiosato Locatelli a fine gara –  “Il Catania è una società da serie A. Siamo andati a Sassuolo giocando semplicemente la nostra partita, perché cosi l’avevamo preparata. Meritavamo di vincere. Poco importa ciò che ha dichiarato Locatelli, cercando forse un alibi alle difficoltà che ha trovato in partita”.

Ed ancora sullo spirito giusto di avvicinamento alla partita:

Deve essere da stimolo la prestazione di Reggio Emilia. Perché dobbiamo venir fuori da questa categoria. Per la società, per i nostri straordinari tifosi che a Sassuolo erano in 400. Dobbiamo fare prestazioni di questo tipo, calandoci nella serie C. Queste prestazioni devono servire da slancio per vincere questo campionato”.

Sul turno di riposo che ha avvantaggiato ancora di qualche punto le dirette concorrenti alla promozione:

Noi dobbiamo pensare a noi stessi. Abbiamo una partita da recuperare e non dobbiamo ossessionarci a guardare chi in questo momento sta davanti a noi. Le energie mentali e nervose dobbiamo riservarle al campo”.

Chiosando sulla condizione fisica post Sassuolo:

Le energie fisiche si spendono quando si gioca a calcio. La squadra ha recuperato bene e domani sera farò le mie ultime valutazioni. Avendo 5 cambi, cercherò di limitare lo spreco di energie, e sono certo che non peserà questo impegno di Coppa Italia”.

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel News da Lentini: Torrente nuovo allenatore della Sicula Leonzio | Catanista https://t.co/BV4f71W0j8
Catania_Channel Torre del Grifo: oggi seduta pomeridiana https://t.co/JmQlopmmR7
Catania_Channel Serie C, girone C: Juve Stabia impressionante, meglio del Lecce 17/18 https://t.co/ngMAloPerj
Follow Catania_Channel on Twitter