LODI PENNELLA, ANGIULLI TRAFIGGE: 2-0 AL MONOPOLI

CATANIA-MONOPOLI

Il Catania cala il tris e chiude alla grande il 2018. I rossazzurri centrano la terza vittoria consecutiva e conquistano 3 punti fondamentali battendo al “Massimino” il Monopoli: decisive al 60° una punizione spettacolare del solito Francesco Lodi e all’85° una rasoiata di Federico Angiulli . Gli uomini di Sottil, approfittando dei passi falsi di Trapani (fermato sull’1-1 a Reggio Calabria) e Rende (clamorosa debacle interna contro la Paganese), balzano al secondo posto in solitaria e continuano il loro inseguimento alla Juve Stabia, anche oggi vittoriosa per 1-0 contro il Siracusa. I segnali, tuttavia, sono molto positivi: il Catania c’è, è in ripresa e punta sempre più in alto. Il 2019, sì, potrebbe davvero essere l’anno della svolta.

LA PARTITA – Undici che vince non si cambia. Mister Sottil riconferma in toto il 4-3-3 capace di imporsi a Rieti giovedì scorso. Tra i pali come sempre c’è Pisseri, protetto dalla linea a 4 formata da Calapai, Aya, Esposito e Ciancio: capitan Biagianti, Lodi e Rizzo per una mediana di qualità e sostanza, mentre Manneh, Curiale e Marotta compongono il tridente d’attacco.

Sin dal fischio d’inizio, le due squadre si affrontano a viso aperto. I rossazzurri partono subito fortissimo, sfiorando il gol del vantaggio dopo appena 20 secondi grazie ad un colpo di testa di Curiale che si spegne di poco alto sopra la traversa dell’estremo difensore ospite Pissardo. Gli etnei insistono, pigiando sempre forte sull’acceleratore: al 20°, infatti, è Marotta a far quasi gridare di gioia il “Massimino”, ma la conclusione dell’ex bomber del Siena finisce di poco fuori da buona posizione. Il Monopoli, tuttavia, non sta a guardare: al 24° ci vuole un vero e proprio miracolo di Matteo Pisseri per dire di no ad una bordata dal limite dell’area di rigore di Gerardi. Sono sempre i padroni di casa, però, ad avere le migliori occasioni. Tra il 37° e il 40° s’infiamma il duello Marotta-Pissardo, ma in entrambe le circostanze è ancora una volta il numero uno biancoverde ad avere ragione. La prima frazione di gioco si chiude così 0-0: il Catania c’è, gioca un buon calcio, ma a mancare è la cosa più importante: il gol. Da segnalare, a margine, il bel gesto dei circa trenta supporters ospiti giunti dalla Puglia che hanno voluto far sentire la propria vicinanza alla città dell’Elefante dopo il sisma del 26 dicembre esponendo lo striscione “Vicino al popolo etneo”.

Nella ripresa, a pochi istanti dall’avvio, è sempre il solito Gerardi a far tremare il vecchio “Cibali”, ma la sua conclusione fa la barba al palo del numero 12 rossazzurro. Sembra sempre più una gara stregata, quelle in cui serve una magia per sbloccare lo 0-0. Ebbene, il Catania il suo mago ce l’ha, veste la maglia numero 10. A portare avanti la formazione di Sottil ci pensa Ciccio Lodi, al 60° esatto del secondo tempo: calcio di punizione prelibato dai 25 metri su cui Pissardo non può proprio far nulla. Il “diez” pennella, il “Massimino” esplode: il Catania è avanti! Dopo aver centrato il vantaggio, i rossazzurri continuano a macinare gioco, andando vicini al raddoppio prima con Manneh e poi con lo scatenato Marotta. Al 70°, però, serve ancora una volta un prodigio griffato “San Matteo” Pisseri per respingere una conclusione deviata fortuitamente da Esposito. Brivido forte, fortissimo. Poco dopo, il neo entrato Angiulli semina il panico tra i biancoverdi, ma la sua staffilata non trova la rete. L’ex Ternana tuttavia non si rassegna e a 5 minuti dallo scadere timbra il cartellino: servito in profondità da Manneh, con un sinistro al fulmicotone trafigge Pissardo e sigla il 2-0. Game, set match: vincono i rossazzurri. Dopo ben 5  minuti di recupero il direttore di gara Garofalo decreta la fine delle ostilità. Dopo giorni difficilissimi, Catania e il Catania possono tornare a festeggiare. Gli etnei conquistano 3 punti di vitale importanza, balzano al secondo posto in classifica e continuano il loro inseguimento alla capolista Juve Stabia. Le premesse per  il 2019 sono positivissime: che possano essere davvero i 365 giorni della svolta?

Dal “Massimino” per quest’anno è tutto: la redazione di cataniachannel.com augura ai propri lettori un sereno e prosperoso 2019!

Daniele D’Alessandro

 

 

 

 

 

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel Catania, Lo Monaco a La Sicilia: "Non meritavamo sconfitta di Siracusa. Ora solo Juve Stabia può perdere campionato" https://t.co/U4AiKmxShA
Catania_Channel "Catania, mossa anti-crisi: a tutta su Palumbo e Sarno". I giornali di oggi https://t.co/PdZO00RnLK
Catania_Channel Gazzetta – Catania, mossa anti-crisi. A tutta su Palumbo e Sarno https://t.co/7gPlVerN8H
Follow Catania_Channel on Twitter