IN CRESCITA

Senz’altro un cambiamento radicale, quello delle ultime partite. Contro la Ternana gli uomini di Lucarelli dominano la gara e sbagliano addirittura un rigore  confermando la consueta sterilità sotto porta. Tuttavia, davanti a una delle formazioni più quotate del campionato, i rossazzurri non sfigurano a livello difensivo, anzi: le occasioni in cui gli avversari riescono ad avvicinarsi allo specchio della porta protetta da Furlan sono poche e sporadiche. Il rigore di Mazzarani può essere visto come la ciliegina mancata su una torta che sa di rinascita.

E se lontano dal campo scarseggiano le notizie di una eventuale cessione, dentro il rettangolo verde il cambiamento è radicale soprattutto dal punto di vista dell’impegno e della chiarezza di idee su come giocare la palla.Inutile nascondersi dietro un dito: i limiti palesati dall’11 dell’elefante sono sempre gli stessi. La concretezza, l’andare in rete, rimane una delle qualità fondamentali che permette di emergere in questo campionato di Serie C ma ancora, in tal senso, i risultati stentano ad arrivare.

D’altro canto, pensare di poter giocare i play-off a buon livello,con questa formazione sembrava utopistico dopo lo smantellamento in fase di mercato e le notizie extra-campo che da gennaio offuscano i cieli di via Magenta. Invece Lucarelli e i suoi uomini sembrano aver iniziato a scalare questa montagna un sassolino alla volta.

Gridare alla rinascita calcistica è di sicuro fuori luogo. Giocando in questo modo con continuità però, ci si potrebbe togliere delle soddisfazioni…

Redazione Catania Channel

 

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *