FINISCE TUTTO… PER ORA!

IMG-20190505-WA0007

Tante sensazioni accompagnano l’ultima partita del campionato regolare del girone C di Serie C 2018/2019, tutte distanti sia emotivamente che cronologicamente da quel carico di aspettative racchiuse in voglia di rivalsa, rabbia e delusione che affollavano le menti rossazzurre quel 6 ottobre scorso alla prima casalinga contro la Vibonese, da cui pare davvero sia trascorso un secolo. In mezzo tante cose, troppe forse, alcune brutte, altre che non dovevano accadere, altre invece – se pur isolate – liete e felici, come i pomeriggi di Catanzaro, del 17 Marzo in casa contro la Juve Stabia e la rimonta dei giovani alla riscossa contro il Bisceglie. Passano davanti tanti fotogrammi di quella che è stata la stagione dei rossazzurri, da quelle che sono state le ambizioni, man mano scemate e adeguate per forza di cose ad un percorso certamente al di sotto delle attese, che ad oggi lasciano spazio ad un senso di apatia a far da spettatore sgradito all’ultima al “Massimino”. Così si arriva alla fine, con la voglia di mettere rapidamente tutto alle spalle e proiettarsi a qualcosa che dia un senso concreto e che risvegli una squadra dal punto di vista motivazionale in vista dei play-off, ultimo disperato treno per lasciare quest’infernale panorama che è la Serie C.

Arriva dunque la fine, ma prima c’è il Rieti di mister Capuano, elogiato apertamente da Novellino per aver condotto alla salvezza la propria squadra, per di più con due giornate d’anticipo, ma che ciò nonostante oggi non verrà certo “a fare una gita“, come ha sottolineato lo stesso Capuano, forte di due successi, due pareggi ed una sola sconfitta nelle ultime cinque giornate.

Sarà dunque l’ultima occasione per testarsi in vista dei play-off per gli uomini di Novellino, per provare eventuali soluzioni finora rimaste solo delle idee, magari sarà l’ultimo palcoscenico per qualcuno che vorrà mettersi in mostra e mettere grattacapi al mister in vista dei play-off, ma soprattutto sarà l’ultima occasione per concedersi partite alla stregua del canovaccio tenuto durante la stagione e da ultimo a Cava’ de Tirreni, buttando via una partita già saldamente in tasca, sperando che alla fine sia davvero l’ultima dannata volta in cui si debba assistere ad una partita con la malsana voglia che tutto passi in fretta e venga archiviato.

Probabili formazioni:

Catania, 4-3-3: Pisseri; Calapai, Aya, Esposito, Marchese; Biagianti, Lodi, Bucolo; Sarno, Di Piazza, Marotta.

Rieti, 3-5-2: Marcone; Delli Carri, Mattia, Gigli; Brumat, Carpani, Marchi, Palma, Zanchi; Maistro; Cernigoi.

Gabriele Di Mauro

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel Ciccone: “Impossibile fare pronostico su Catania-Trapani. Etnei da categoria superiore ma…” https://t.co/A3qN6EOFrL
Catania_Channel Tateo: “Il Catania adesso è carico, può giocarsela con tutti” https://t.co/n1epdwvAuJ
Catania_Channel NewsCatania – Biagianti e quell’amore per il Catania: è il secondo in assoluto per presenze https://t.co/uoaJ0tJ56H
Follow Catania_Channel on Twitter