I GOL CHE FANNO VINCERE

wpid-FB_IMG_1543425909302.jpg

La vittoria in trasferta contro il Matera ha riportato la serenità e la continuità di risultati in casa Catania. I tre punti lontano dal Massimino mancavano infatti dalla vittoria per 2-4 contro la Paganese del 20 ottobre 2018. Proprio da questa gara, circa un mese addietro, il Catania aveva iniziato una fase poco brillante, coincidente col tour de force di partite disputate, racimolando appena 2 vittorie in 6 gare.

Matera-Catania, recupero della terza giornata di campionato di serie C girone C 2018/2019, ha portato con sé molte certezze e punti fermi.

La solidità difensiva: Pisseri non subisce una rete da 285 minuti.

L’importanza di Rizzo a centrocampo e le prestazioni di chi ha giocato meno: Esposito, chiamato a sostituite Silvestri infortunato, ha disputato una gara di assoluto livello.

La continuità di Vassallo e il suo primo gol in maglia rossazzurra: titolare nelle ultime tre gare disputate, il calciatore si era già messo in evidenza contro la Reggina. L’esterno etneo ha così trovato il suo primo gol in campionato con la casacca rossazzura, sbloccando il match con un destro indirizzato verso il palo lontano della porta difesa dall’estremo difensore materano.

Una critica costruttiva che però si potrebbe muovere ai ragazzi di mister Sottil, ed in particolare al reparto offensivo, è la scarsa vena realizzativa degli attaccanti strettamente legata alle occasioni avute da quest’ultimi nei match contro Juve Stabia, Reggina e Matera. Ottimizzare e finalizzare le occasioni da rete è ormai l’obiettivo per le prossime partite. Sfruttare ogni singola azione per punire gli avversari è di fondamentale importanza, sia per chiudere le partite senza rischiare nulla sia perché ci saranno match “stregati e maledetti” dove una sola rete in più dei bomber rossazzurri potranno segnare un’intera stagione.

Il turno di riposo sembra arrivare al momento giusto: giorno 5 Dicembre al Mapei Stadium di Reggio Emilia il Catania riassaporerà la Serie A, affrontando il Sassuolo per i sedicesimi di finale di Coppa Italia 2018/2019, confrontandosi così con una squadra d’assoluto valore della massima serie.

Tralasciando il match contro i neroverdi di mister De Zerbi, come dichiarato dall’allenatore etneo Andrea Sottil, il Catania ha già centrato le prime due vittorie su 8 chiesto dallo stesso tecnico dopo la partita di Castellammare terminata 0-0.

L’ultima di queste partite sarà Rieti-Catania del 26 Dicembre, vero e proprio spartiacque fra il girone d’andata e quello di ritorno, e penultima partita dell’anno prima della lunga sosta di gennaio mese in cui il Catania può e deve fare il salto di qualità nella corsa alla Serie B.

Ugo Zinna

(Fonte immagine: calciocatania.it)

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel Giudice Sportivo – Altra ammenda per cori pro Speziale https://t.co/aiEAVhONbI
Catania_Channel ALLENAMENTI- Per il Catania due gruppi di lavoro https://t.co/qlGk4wyr8t
Follow Catania_Channel on Twitter