“CATANIA, TI ASPETTIAMO!”

catania_ti_aspettiamo

Il quinto turno di Lega Pro si è concluso, anche questo senza particolari sorprese. La graduatoria è aperta dalla Casertana che, reduce della vittoria contro la Juve Stabia, ha guadagnato il primo posto in solitaria a 11 punti. A chiudere la classifica il Catania, per la prima volta in positivo con un punto. È chiaro, quindi, che la classifica sia corta dopo le cinque giornate disputate.

Le diciotto squadre del girone C si trovano tutte entro 10 punti e questo fa sì che, con pochi risultati positivi, si possano scalare molte posizioni. Ad un punto di distanza dagli etnei si trovano: il Catanzaro, reduce del pareggio interno contro il Cosenza, il Martina Franca e la Lupa Castelli Romani, entrambe sconfitte rispettivamente da Monopoli ed Andria. Nel corso della quinta giornata hanno trionfato invece l’Akragas ad Ischia ed il Melfi contro il Benevento. Quattro, invece, i pareggi: oltre quello a reti inviolate del “Via del Mare” di Lecce che ha interessato il Catania, e quello già ricordato nel derby calabrese di Catanzaro, si registrano gli 1-1 in Matera-Foggia e Paganese-Messina.

In questo quadro generale bisogna ricordare che il Catania ha disputato una gara in meno rispetto a gran parte delle altre squadre, così come Akragas, Messina, Monopoli, Ischia e Cosenza, e che mercoledì pomeriggio verrà recuperato l’incontro relativo alla seconda giornata del campionato, proprio contro il Cosenza. Sarà la prima di due partite consecutive tra le mura amiche del “Massimino”: la seconda sfida, contro il Catanzaro, si disputerà lunedì 12 ottobre. I ragazzi di Pancaro, sulla scia dei quattro risultati positivi ottenuti in altrettante partite giocate, dovranno cercare di sfruttare il sicuro sostegno del proprio pubblico ed una classifica molto corta al fine di raccogliere punti importantissimi.

Vincere due partite consecutive non è un’utopia, il Catania ne è stato capace nelle prime due uscite in trasferta, replicando in casa contro l’Ischia. Dunque, perché non provarci? Già mercoledì pomeriggio, in caso di vittoria, si andrebbe a 4 punti ossia – in altri termini – a 7 punti di distanza dalla Casertana, attuale capolista che rimarrà tale anche dopo la sfida suddetta dato che, non avendo partite da recuperare, non scenderà in campo. In fondo, dati alla mano, il Catania attualmente ha racimolato solo un punto in meno della prima in graduatoria, con una partita in meno e, sul campo, il gruppo si dimostra sempre più maturo e coeso.

I presupposti ci sono, spetta al campo emanare quel verdetto che, nelle prime quattro partite viste fin qui, è sembrato quello più conforme alla giustizia che tutti si aspettano. D’altronde sembra che nessuno voglia dar vita ad una fuga solitaria senza i rossazzurri, nessuno vuole staccare la classifica, come a dire : “Catania, ti aspettiamo!”

Giuseppe Mirabella

 

 

 

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel «Non accetto i fischi, vittoria sola cosa positiva ma arriveremo primi», parla PLM https://t.co/rhYETAqjdd
Catania_Channel Massimino, il dato degli spettatori contro la Virtus Francavilla https://t.co/xItwn1dAqn
Catania_Channel Catania, Lo Monaco: "Siamo in difficoltà, ma il nostro obiettivo è vincere" https://t.co/rcT3h3dnBv
Follow Catania_Channel on Twitter