CATANIA-ISCHIA, PANCARO:”VOGLIAMO RICONQUISTARE IL NOSTRO PUBBLICO”

catania_ischia_pancaro_vogliamo_riconquistare_il_nostro_pubblico

Non c’e due senza tre. Si augurano questo i tifosi del Catania, cuori palpitanti per la prima della squadra rossazzurra al Massimino dopo l’odissea di quest’estate. L’attesa cresce minuto dopo minuto, l’imperativo domani contro la capolista Ischia è quello di vincere. Fondamentale raggiungere quota 0 e cancellare quella maledetta penalizzazione, obiettivo minimo ma straordinariamente importante in una contesto del genere. Saranno circa diecimila gli spettatori che assieperanno il vecchio Cibali, pronti a trascinare la squadra dell’Elefante verso la vittoria.

Pippo Pancaro, intervenuto quest’oggi presso la sala conferenze di Torre del Grifo, ha presentato così la sfida contro la società campana: “Domani sarà una sfida importante ma difficile, è la prima in casa davanti al nostro pubblico e ci teniamo a ben figurare. Raggiungere quota 0 sarebbe un ottimo risultato, ma non cambierebbe comunque il nostro futuro. L’obiettivo per quest’anno è quello di porre delle basi solide in vista di un campionato di altissimo livello nella prossima stagione. Il nostro atteggiamento sarà sempre lo stesso, cercheremo di fare la partita e raggiungere il risultato col bel gioco, il sudore e l’impegno. Abbiamo grande rispetto dell’Ischia, così come lo abbiamo avuto del Matera e del Monopoli. Loro sono una squadra molto forte, con entusiasmo, allenata bene da un tecnico che io stimo molto e che mi ha creato parecchie difficoltà l’anno scorso con la Juve Stabia. L’Ischia possiede un attacco temibile, il loro tridente è composto da elementi il cui livello probabilmente è superiore alla categoria. Tutti e quattro i nostri difensori dovranno stare attenti, perchè quei tre tendono a muoversi e svariare per punto il fronte d’attacco. Turnover? Sicuramente ci saranno dei cambi rispetto a Monopoli, è una mia filosofia quella di poter cambiare e inserire in campo chi mi garantisce un maggior rendimento. Sono fortunato ad avere una rosa ricca e ringrazio la società che me l’ha messa a disposizione. Calil è un vero trascinatore, lo ha dimostrato rincorrendo tutti i portatori di palla della squadra avversaria nella sua zona e potrebbe essere il capitano domani. Scarsella è fondamentale, lo abbiamo voluto fortemente perchè interpreta alla perfezione il ruolo di mezzala ed ha inserimenti da grande centrocampista. Russotto, invece, ha grandissime qualità tecniche, negli anni passati ha commesso qualche errore perchè non è un giocatore da Lega Pro, ma da categoria di gran lunga superiore In Di Grazia ripongo grande fiducia, l’ho dimostrato mettendolo titolare nelle prime due giornate. E’ ancora giovane, ha ottime potenzialità e crescendo farà sicuramente ottime cose. Su Plasmati, infine, posso dire che è ancora indietro e deve lavorare per mettersi al passo coi suoi compagni. Per un giocatore della sua stazza è normale, ci vorrà un po’ ma sono sicuro che darà un grosso contributo al Catania. Pressione della prima al Massimino? Non c’è alcuna pressione, i ragazzi hanno una gran voglia di scendere in campo davanti ai nostri tifosi. Loro sono il nostro dodicesimo uomo in campo, possono darci quel qualcosa in più come hanno sempre fatto. Per adesso non possiamo chiedergli nulla, ma soltanto dare. I miei giocatori stanno mettendo il cuore, sudando la maglia e gettando sangue in campo. Ritengo che al cuor non si comandi, per cui sono certo che a breve anche i nostri supporters torneranno a supportarci incessantemente. Il segreto di questa squadra? Siamo un blocco granitico, compatto, a partire dai giocatori fino ad arrivare ai magazzinieri. La società è stata brava a creare quest’ambiente, in questo gruppo tutti danno il massimo nei rispettivi ambiti al fine di trarre il meglio per il Catania. Spero che presto in questo blocco rientrino anche i nostri tifosi, perchè con loro diventiamo decisamente più forti”.

Per quel che riguarda le formazioni, l’undici iniziale dovrebbe grosso modo ricalcare quello che ha trionfato nella strepitosa rimonta di Monopoli. Qualche novità dovrebbe comunque esserci soprattutto a centrocampo, dove Castiglia e il top player del momento, Fabio Scarsella, riprenderanno regolarmente il loro posto accanto al riconfermato Musacci. In avanti rientrerà Andrea Russotto, che agirà nel tridente assieme a Caetano Calil ed Elio Calderini.

In casa Ischia, invece, morale alle stelle dopo le due vittorie ottenute contro Lupa Castelli Romani (società gestita in prima persona da Marco Amelia) e Martina Franca. Paradossale è come la squadra isolana abbia saputo riconquistare i propri tifosi, ad inizio anno in contestazione per via della scelta di far allenare la squadra allenata da Bitetto non nell’isola, bensì a Napoli (lontana un’ora e mezza circa da Ischia). Punto di forza della formazione isolana è sicuramente il reparto offensivo, con i due senegalesi Fall (ex Barletta) e Kanoute (in prestito dal Benevento) supportati dall’estro di Nicola Mancino, trequartista di esperienza dotato di una grande tecnica individuale. “La partita del Massimino è come una prova del nove per noi –le parole di Bitetto al quotidiano locale “Il Golfo” – Dovremo mettere in campo una prestazione da grande squadra, giocare dinanzi a così tanta gente sarà un motivo in più per essere determinati a fare una gara straordinaria. Del Catania, temo la qualità dei singoli e la loro forza dal punto di vista tecnico. Vengono da due risultati positivi in trasferta e, sospinti dal grande supporto dei loro tifosi, vorranno ottimizzare il turno casalingo”. Un’interessante curiosità è quella legata a Pasquale Foggia, con il trequartista napoletano che, da qualche settimana, si allena agli ordini di mister Bitetto. Dopo il ritiro dal calcio giocato, è previsto dunque un clamoroso ritorno in campo, con la firma che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni.

Attenzione Catania, in Sicilia arriva la capolista. Testa, cuore, gambe. Tre componenti fondamentali che, assieme al dodicesimo uomo in campo, dovranno portare i ragazzi di Pippo Pancaro alla prima vittoria davanti il proprio pubblico. Quota 0 è ormai ad un passo, agguantarla l’obiettivo per iniziare davvero un campionato di straordinario livello.

Le probabili formazioni:

CATANIA (4-3-3): Liverani, Garufo, Ferrario, Pelagatti, Nunzella; Castiglia, Musacci, Scarsella; Russotto, Calil, Calderini all. Pancaro

ISCHIA (4-3-1-2): Mirarco, Florio, Moracci, Filosa, Bruno; Izzillo, Calamai, Armeno; Mancino, Fall, Kanoute all. Bitetto

Daniele D’Alessandro

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel La Sicilia – Reazione Catania fra luci e ombre https://t.co/LwBzVsavvw
Catania_Channel Gazzetta – Furlan nota lieta https://t.co/yXiceRessb
Catania_Channel Il Catanzaro accelera per Di Piazza | Catanista https://t.co/xLhLZyHvpK
Follow Catania_Channel on Twitter