CATANIA, BALZO IN AVANTI VERSO LA SALVEZZA

smeralda

Nel 32° turno del girone C di Lega Pro va in scena allo stadio “Angelo Massimino” lo scontro salvezza fra Catania e Melfi, mentre al “Ceravolo” di Catanzaro, i giallorossi si scontrano contro il Monopoli. Incroci infuocati dunque, in quanto i punti in palio sono importantissimi.

Gli uomini di mister Moriero entrano in campo con la consapevolezza che una vittoria significherebbe “virtuale” salvezza. La partita, però, non è molto divertente, in quanto la tensione prende il sopravvento e le due squadre preferiscono non scoprirsi troppo alla ricerca del gol. Nonostante ciò, il match si sblocca praticamente subito. Al 6′, infatti, Andrea Russotto esce dal cilindro un gol magico: raccoglie un pallone al limite, lo sistema col petto e sferra un sinistro devastante che si va ad insaccare nella porta degli ospiti. Questi ultimi, così, sono costretti a farsi avanti al minuto 24 con Canotto che, da posizione parzialmente defilata, fa partire un destro a “foglia morta” sul quale, però, Liverani rimane attento.

La partita, poi, non prosegue a grandi ritmi, complice anche la paura delle due squadre che, sia dall’una che dall’altra parte, commettono errori nella gestione del pallone e nella costruzione del gioco. Nella ripresa, inoltre, ci si aspetterebbe la reazione del Melfi, eppure è sempre il Catania ad essere pericoloso. Tre occasioni vengono create dai rossazzurri: al 46′ Russotto, pescato da un passaggio solare di Calil, si presenta davanti a Santurro, ma decide di passare il pallone a Calderini che, però, fallisce un rigore in movimento; più tardi, invece, è Bastrini ad andare vicino alla rete di testa, pescato da un ottimo cross dalla bandierina di Bombagi; al 78′, infine, Calil si fa parare un tiro a botta sicura dall’estremo difensore avversario, dopo che era stato servito “a memoria” da Castiglia. Nonostante gli errori sotto porta degli etnei, la vittoria va proprio a questi ultimi che, in questo modo, condannano il Melfi a giocare i play-out per salvarsi.

Chi invece vuole evitare i play-out è il Monopoli che, proprio allo scadere, riesce ad acciuffare una vittoria importantissima in chiave salvezza nello scontro diretto contro il Catanzaro, raggiungendolo a quota 35 punti in classifica. Già, 35 punti, proprio come il Catania che, però, in virtù della classifica avulsa si trova adesso in dodicesima posizione, avanti ad entrambe le compagini su citate. Dunque, almeno per ora, i rossazzurri sorridono, ma i due prossimi turni saranno decisivi in termini di punti valevoli per una lotta salvezza che sarà combattuta fino alla fine.

Non bisogna sbagliare più niente: Paganese e Fidelis Andria dovranno essere le prossime vittime del Catania, poi sarà tempo di parlare di questioni extracalcistiche. Intanto però, tutto passa dalla salvezza di questa squadra.

Federico Fasone

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel La Sicilia – Reazione Catania fra luci e ombre https://t.co/LwBzVsavvw
Catania_Channel Gazzetta – Furlan nota lieta https://t.co/yXiceRessb
Catania_Channel Il Catanzaro accelera per Di Piazza | Catanista https://t.co/xLhLZyHvpK
Follow Catania_Channel on Twitter