LODI SI, LODI NO?

CATANIA-Francesco-Lodi (1)

L’esultanza rabbiosa di Francesco Lodi dopo il gol-vittoria contro la Virtus Francavilla, realizzato al 92’ su calcio di rigore, nel match disputato al Massimino mercoledì 12 dicembre 2018, è stata la reazione del centrocampista etneo alla prima esclusione in campionato dall’undici iniziale.

Infatti dopo la disfatta di Bisceglie, mister Sottil ha deciso di far riposare il numero 10 rossazzurro e i difensori Silvestri e Scaglia.

Nonostante queste eccellenti esclusioni il Catania ha comunque convinto ben poco, non riuscendo ad esprimersi al meglio per quasi tutti i novanta minuti di gioco, trovandosi di fronte una squadra ben organizzata e abbottonata, che non ha fatto quasi nulla per rendersi pericolosa in area etnea.

D’altro canto, in più occasioni, mister Sottil ha predicato calma e pazienza contro determinate squadre che, affrontando il Catania, lottano con unghie e denti, difendendo qualsiasi risultato positivo. La sopraccitata calma di gioco non è stata però accompagnata da una qualità di manovra sufficiente a creare pericoli alla squadra pugliese.

La costruzione del gioco, spesso lenta e compassata, ha lasciato spazio ai lanci lunghi dalla retroguardia. Già dalle retrovie, infatti, i centrali di difesa hanno riscontrato non poche difficoltà nel trovare spazi di gioco, rendendo vita facile agli avversari che il più delle volte hanno avuto la meglio sugli avanti del Catania.

Sostanzialmente il gioco è mancato fino al sessantesimo minuto di gioco quando Giuseppe Rizzo da una notevole distanza colpiva in pieno il montante di destra della porta difesa dall’estremo difensore della Virtus Francavilla, dando un vero e proprio sussulto agli undici di mister Sottil.

Il doppio cambio effettuato dal tecnico rossazzurro, a 15 minuti dal termine, con l’ingresso in campo di Brodic e Lodi, ha sicuramente dato spinta offensiva, col primo, e geometrie con il regista campano. Lodi, entrando nel rettangolo di gioco, si è posizionato esattamente a centrocampo, dettando i tempi di passaggio e di manovra, rendendola più fluida. Grazie al rigore conquistato da Marotta, e fischiato dall’arbitro per un evidentissimo tocco di mano, il numero 10 rossazzurro non ha esitato a presentarsi dagli undici metri per realizzare il gol vittoria.

Dopo quest’ultima prestazione in campionato, e il momento di difficoltà che il Catania sta attraversando, sorge spontanea la domanda: Lodi Si, Lodi No? O forse considerando il suo gol numero 4 in campionato, sottolineando l’apporto qualitativo e tecnico di quest’ultimo, e marcando la difficoltà degli attaccanti rossazzurri a trovare la strada del gol, non sarebbe opportuno riportare, anche solo momentaneamente, il centrocampista etneo in cabina di regia, affiancato da altri due centrocampisti e libero di poter scandire i tempi di gioco del Catania?

Il derby contro la Sicula Leonzio, che si disputerà domenica 16 dicembre 2018 alle 20:30, al Sicula Trasporti Stadium di Lentini, potrà già dare le prime risposte. Perché a questo punto della stagione, il Catania oltre che vincere deve anche convincere.

Ugo Zinna

(fonte immagine: calciocatania.it)

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel Gazzetta – Catania, c’è Furlan: un affarone che blinderà la porta https://t.co/2fqoiT6Frm
Catania_Channel Catania, Di Piazza e Curiale guideranno l'attacco. E Marotta? https://t.co/ZKsYdwoICY
Catania_Channel Papaserio, l’agente rivela: “Torna a Catania, sogna il rossazzurro” https://t.co/C7QodKdioM
Follow Catania_Channel on Twitter