KALIFA, CHE CRESCITA!

FB_IMG_1553102807969

In vista del match di domenica contro la Reggina, valido per la 32esima giornata di Serie C girone C, al “Granillo” di Reggio Calabria, il Catania prosegue la sua attività di preparazione alla gara.

Non prenderà parte alla trasferta calabrese Kalifa Manneh. La sua assenza giustificata non è da attribuire né ad una squalifica né ad un guaio fisico, bensì alla prima convocazione in nazionale maggiore gambiana .

Sarà infatti motivo d’orgoglio per il Catania che ha puntato fortemente sul giovane classe ’98 sin dal settore giovanile, lo stesso che dal 2006/2007 ha forgiato forti atleti che militano tutt’oggi nei primi tre campionati professionistici italiani e non solo. Ad esempio: il portiere Raffaele Ioime, il difensore Giordano Maccarrone, l’attaccante Alfredo Donnarumma, il centrocampista Andrea D’Amico, ed ancora i rossazzurri Matteo Di Piazza, e Luca Calapai, passando per il catanese Rosario Bucolo, senza dimenticare gli esterni d’attacco Francesco Nicastro e Maks Barisic, il terzino Francesco Rapisarda, fino ad arrivare a Bruno Petkovic, autore, in questa stagione 2018/2019, di una rete in Europa League con la maglia della Dinamo Zagabria ai danni del Benfica.

La convocazione del numero 19 rossazzurro non è quindi frutto di casualità. Il duro lavoro dell’esterno gambiano è stato graduale e costante. L’alto rendimento ottenuto durante questa stagione calcistica, lo hanno portato fin qui a disputare 28 partite, fra campionato e coppe nazionali, mettendo a segno 3 reti e servendo 7 assist totali.

La rapidità di gioco, la velocità ed i tempi d’inserimento hanno stregato il neo mister Walter Novellino, con il quale non sbaglia quasi niente. Titolare alla prima gara da allenatore rossazzurro contro il Potenza, è stato pericolosissimo quando è subentrato nelle due vittorie contro Catanzaro e Juve Stabia, sfiorando più occasioni la rete.

La sua assenza contro la Reggina sarà dunque pesante, però a Catania si sogna già di vederlo in campo venerdì 22 marzo 2019 contro l’Algeria, in un match valido per la qualificazione alla Coppa d’Africa. E chissà che non possa esordire componendo un tridente tutto “italiano” con Moussa Barrow (Atalanta), e Lamin Jallow (Salernitana).

A prescindere dal suo esordio o meno con la maglia degli scorpioni d’Africa, l’esperienza in nazionale servirà al Catania per ritrovare un fortissimo calciatore, temprato da questo importante e fondamentale test.

Forza Kalifa, dimostra chi sei!

(fonte foto: calciocatania.it)

Ugo Zinna

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel Trapani-Piacenza 2-0: la squadra di Italiano promossa in B | Catanista https://t.co/f8kR4I2kho
Catania_Channel Playoff – Trapani promosso in serie B https://t.co/qzby72Y2BE
Catania_Channel Festa Trapani, è Serie B https://t.co/EdnA8xzx7U
Follow Catania_Channel on Twitter