Catania, ma i calciatori?

va_piu_che_vai_catania

Le ore passano, i giorni volano via a una velocità supersonica. Il Catania, invece, non sa ancora di che morte dovrà perire, attendendo ansiosamente quel che sarà del suo destino sportivo.

Vittime di tutto ciò ovviamente i tifosi, lesi nell’onore e nella dignità propria di chi, in tutti questi anni, ha dedicato anima e corpo ai colori rossazzurri. Danneggiati da questo marasma generale, però, non sono soltanto loro.

Già, perché anche i calciatori, soprattutto quelli di proprietà del Calcio Catania, si ritrovano improvvisamente imbottigliati in un vicolo cieco la cui via di uscita verrà trovata soltanto dopo le decisioni di Palazzi e della giustizia sportiva.

Che fine faranno dunque Calaiò, Maniero, Rosina e tutti gli altri pezzi pregiati della rosa? Difficile dirlo ora, soprattutto perché nessun’altra società, al momento, è intenzionata a fare offerte, consapevole della possibilità di poter portare a casa i suddetti giocatori eventualmente a parametro zero. Gli interessamenti, comunque, non mancano di certo.

Emanuele Calaiò, infatti, è destinato a tornare in Serie A, oggetto del desiderio di Atalanta e Chievo. Alessandro Rosina, invece, è stato ad un passo dall’approdo al Bari, con la trattativa sfumata solo in seguito all’allontanamento del ds Stefano Antonelli – che aveva avuto il numero 10 etneo a Siena – dalla società gestita da Gianluca Paparesta. Anche Riccardo Maniero vanta delle richieste importanti, corteggiato dal Cagliari e dalla sua ex squadra, il Pescara. Andranno via sicuramente i vari Martinho, Gyomber, Schiavi, Del Prete, Gillet e i rientranti Lodi e Spolli: le loro cessioni permetteranno alle casse etnee di respirare e ricavare del denaro liquido utile per formare la squadra che, probabilmente, giocherà in Lega Pro.

Ma chi si occuperà del mercato del Catania? Una vecchia conoscenza della società rossazzurra, un uomo di fiducia di Pietro Lo Monaco. Proprio nelle scorse ore, infatti, l’amministratore unico Carmelo Milazzo ha affidato la gestione sportiva a Pippo Bonanno, il quale avrà il compito di finalizzare le cessioni e ricostruire dalle fondamenta il club dell’Elefante. Unica certezza, al momento, è che si ripartirà dai giovani più talentuosi come Rossetti, Odjer, Di Grazia o Piermarteri, abili già in questa drammatica stagione a mettersi in mostra e dimostrare tutto il loro valore.

Il progetto di rinascita è pronto, il Catania vuole rialzarsi e ripartire alla svelta. Nodo cruciale sarà il risolversi di questa lunga, estenuante e deleteria fase di stallo. Dunque, come già detto precedentemente, non ci resta che attendere!

Daniele D’Alessandro

Tags

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel LUCARELLI: "IO E' UN GIOCATORE CHE NON VOGLIO PIU' NELLA MIA SQUADRA" - Catania Channel https://t.co/W2OuzQ0tjt
Catania_Channel Catania, Lucarelli: “Rispetto per il Rende ma vogliamo trovare continuità. Su Di Piazza…” https://t.co/MOUSMwGFAT
Follow Catania_Channel on Twitter