A BRINDISI CONTRO “FORZA PALERMO”

FB_IMG_1504333957971

Dopo essere riusciti, anche se con due giornate di ritardo, ad agguantare la prima vittoria stagionale, peraltro con una prestazione molto convincente contro un avversario di livello come il Lecce, il Catania si appresta a sfidare il Francavilla per dare slancio al proprio inizio di campionato. Gara importante quella che si apprestano a disputare i rossazzurri, decisi a riscattare la sconfitta di Caserta e a dimostrare di poter sfatare il tabù trasferta dello scorso anno, quando fuori dalle mura amiche il Catania riuscì a vincere in sole due occasioni.

Per sbancare il “Fanuzzi” Lucarelli, squalificato dopo l’espulsione della giornata scorsa, riconfermerà il 3-5-2 delle ultime settimane, sperando che il risultato sia il più vicino possibile a quello di sabato scorso. Pochi i dubbi da sciogliere per il tecnico etneo, il quale spera di aver finalmente trovato la quadratura del cerchio. Confermato dunque lo spostamento di Marchese da terzo centrale a laterale sinistro, con Bogdan favorito per affiancare Aya e Tedeschi davanti a Pisseri; copia e incolla anche per il resto del centrocampo, con Biagianti, Lodi e Caccetta in mezzo ed Esposito preferito a Semenzato sulla destra. In attacco, pur dovendo far fronte ad un Ripa ansioso di mettersi in mostra al di là della gara di coppa contro l’Akragas, spazio alla coppia Curriale e Russotto, sperando di vedere ulteriori passi in avanti nell’intesa tra i due.

Anche per la squadra di mister Gaetano D’Agostino si va verso una conferma del modulo visto nelle prime uscite stagionali, 3-4-2-1, con una rocciosa difesa a tre in cui al capitano Giuseppe Abruzzese si uniranno Maccarone, catanese ex giovanili del Catania, ed il palermitano Giuseppe Prestia, distintosi nella passata stagione al “Massimino” con la maglia del Catanzaro, quando, dopo essere stato espulso, aveva aizzato la folla urlando un ben scandito “Forza Palermo”, che tanto bene ha portato per il prosieguo della stagione rosanero.

La gara andrà in scena alle 16.30 di domenica, quando i ragazzi di mister Lucarelli dovranno dimostrare di essere di tutt’altra pasta rispetto alla squadra della scorsa stagione, dato che è impensabile riuscire a lottare per la promozione in B senza vincere mai lontano dal proprio pubblico.

(Fonte foto: calciocatania.it)

Claudio Maggio

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel "Semifinale Catania-Trapani. C'è in palio una fetta di Serie B". I giornali di oggi https://t.co/kvkWRHhzDv
Catania_Channel Gazzetta – Catania, la curva invoca Di Piazza https://t.co/77xr7RGT5J
Catania_Channel Ciccone: “Impossibile fare pronostico su Catania-Trapani. Etnei da categoria superiore ma…” https://t.co/A3qN6EOFrL
Follow Catania_Channel on Twitter