A PAGANI PER CONTINUARE LA SCALATA: MAROTTA -CURIALE DAL PRIMO MINUTO?

Paganese-Catania

Continuare la rincorsa! Questo è l’imperativo che Lodi e compagni dovranno tener bene a mente per non rischiare di rovinare il bell’inizio di stagione e, soprattutto, l’ultima vittoria contro la capolista Trapani. Il Catania ha iniziato la stagione con ben 10 punti sui 12 disponibili (solo la Juve Stabia ha fatto meglio con 5 vittorie su 5), iniziando col piede giusto la lunga rincorsa che lo porterà a recuperare le tante gare perse cercando di scalare il più velocemente possibile la classifica.

A complicare il compito, oltre ai tanti impegni che andranno via via ad accumularsi nelle gambe di una squadra che sembra non avere ancora una condizione fisica perfetta, ci si è messa anche la pignoleria dell’arbitro, insieme all’ingenuità di Vassallo capace di farsi espellere nel recupero di una gara già chiusa, e la sfortuna, che toglie dall’elenco dei disponibili Marks Barisic, in un inizio di stagione alquanto complicato per il numero 7 etneo.

Questo rende la terza partita in sette giorni ancor più insidiosa, sebbene l’avversario sia una Paganese che ha finora racimolato un solo punto e subito ben 18 reti, ma che certamente non avrà nulla da perdere e giocherà la gara della vita. Molti i dubbi che attanagliano mister Sottil, che si vedrà sprovvisto di giocatori da schierare nel ruolo di ala destra, eccezion fatta per Scaglia, adattabile in quel ruolo ma apparso molto spaesato nelle prime due uscite. Con Llama ancora solo convocabile, ma certamente non schierabile dal primo minuto, due sono le soluzioni che si fanno largo: schierare sia Ciancio sia Calapai formando un’inedita catena di destra, oppure affidarsi nuovamente alla difesa a 3, vista nel finale contro la Vibonese e nello sfortunato pareggio di Caserta.

In caso di cambio di modulo, a comporre la difesa a 3 sarebbero i titolarissimi Aya e Silvestri, con il rientrante Esposito in mezzo ai due; sulle fasce due ballottaggi, il primo tra Ciancio e Calapai sulla destra, il secondo tra Baraye e Manneh sulla sinistra, con Biagianti e Bucolo davanti alla difesa e Lodi nel ruolo di rifinitore dietro a Curiale e Marotta, attesi ad un’ulteriore prova per cercare di affinare la loro intesa. Sarebbe infatti un peccato rinunciare a una delle due bocche da fuoco in una gara che, con ogni probabilità, gli avversari cercheranno di tenere bloccata sullo 0 a 0 per poi ripartire eventualmente in contropiede.

Queste le probabili formazioni:

PAGANESE (3-5-2): 1 Galli; 2 Tazza, 17 Diop, 24 Acampora; 15 Carotenuto, 6 Gaeta, 4 Nacci, 10 Scarpa, 3 Della Corte; 9 Cappiello, 19 Parigi.

All. Fusco

Catania (3-4-1-2): 12 Pisseri; 4 Aya, 28 Esposito, 5 Silvestri; 23 Ciancio,27 Biagianti, 21 Bucolo, Manneh; Lodi; Curiale, Marotta.

All. Sottil

Claudio Maggio

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel Gazzetta – Contro la Juve Stabia Lodi dietro le punte https://t.co/KKZXmmdq6U
Catania_Channel Oggi controlli decisivi per il ritorno in campo di Llama | Catanista https://t.co/WveOA0Dudy
Catania_Channel La Sicilia – Rossazzurri, in Campania si torna al 4-2-3-1 https://t.co/9auk0kqmtX
Follow Catania_Channel on Twitter