LULÙ & ANDREA, UNA TRIPLETTA PER ENTRARE NELLA STORIA

lul

21 settembre 2002-9 ottobre 2016. Sembra passata una vita, sì. Un arco di tempo lunghissimo, costellato da fatti e momenti scolpiti indissolubilmente nella memoria di ogni tifoso rossazzurro. Eppure, ad unire questo solco temporale di ben 14 anni ci sono due uomini, due colonne del Catania che era e del Catania che è: Luis Airton Oliveira Barroso e Andrea Di Grazia. “Lulù” il primo, “Picciriddu” il secondo. Così simili, così diversi. Simboli di generazioni distinte, lontane, distanti anni luce. Legati, però, dalla passione viscerale per il calcio, per quelle giocate scintillanti in grado di accendere ed infiammare il popolo del vecchio “Cibali”.

Il fato, proprio ieri, ha voluto metterci lo zampino, incrociando per l’eternità i destini del fuoriclasse belga e del ragazzino di San Giovanni Galermo. Già, perchè Andrea, con i suoi 20 anni di sfrontatezza e di esplosivo talento, è riuscito a ripetere l’exploit dell’amatissimo “Falco”, ammirato in tv da bimbo durante quell’infanzia resa difficile dal prematuro addio a papà Graziano. Dal “Celeste” al “Massimino”, dal 2002 al 2016, dalla Serie B alla Lega Pro. Il risultato, tuttavia, non è affatto cambiato: tripletta al Messina. Sì, avete capito bene. TRIPLETTA, tre gol nel derby per iscriversi a caratteri cubitali nella storia del club dell’Elefante. Tre perle, una più preziosa dell’altra, per far breccia nei cuori dei sostenitori etnei e mandare all’inferno tutti i sogni di gloria dei rivali giallorossi.

Freddezza e puro istinto da bomber d’area di rigore per il “25”, tecnica e precisione per il “piccolo Dybala”. Poi via a correre sotto la curva, sbattendo le ali oppure baciando romanticamente il “Liotru”, quello stemma amore di una vita. Reti straordinarie, indelebili, ma ancor di più importanti. Ancore di salvataggio sia per la formazione allora guidata dal tandem Graziani-Pellegrino quanto per gli uomini di Pino Rigoli, marcature fondamentali per evitare di affondare definitivamente e provare a spiccare nuovamente il volo.

Oliveira & Di Grazia, Di Grazia & Oliveira. 14 anni dopo, l’emozione si ripete. Il Messina, la tripletta e il rossazzurro nel cuore: la storia del Catania si arricchisce di un nuovo, meraviglioso, capitolo.

Daniele D’Alessandro

 

 

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel Gazzetta – Lodi e le differenze tra Serie A e Serie C https://t.co/Qi3v3oKRaK
Catania_Channel Catania, arrestato ex calciatore con passato in Serie A - ITA Sport Press https://t.co/NzcGL6xiJJ
Catania_Channel GdS – Catania, da un derby all’altro: sabato c’è la Leonzio https://t.co/Z14vUDdKqM
Follow Catania_Channel on Twitter