DA ESALTAZIONE A CONTESTAZIONE: IL MONDAY NIGHT DEL “MASSIMINO”

30776434_10216231277004403_1083509403_n

Delusione. Cocente, dolorosissima. Ma comprensibile in fin dei conti, specie dopo una settimana colma di speranze ed euforia. Il k.o nel decisivo derby contro il Trapani ha fatto male, troppo male, ai supporters rossazzurri, costretti ad ingurgitare un nuovo boccone amaro francamente inaspettato. La sfida contro i “cugini” granata era stata immaginata come la gara perfetta, il match che avrebbe segnato la rinascita definitiva del team dell’Elefante e che avrebbe lanciato i ragazzi di Lucarelli all’inseguimento del Lecce nelle ultime 2 infuocate giornate della stagione. 19 mila cuori innamorati avevano assiepato gli spalti del “Massimino”, facendo scattare in mente a chiunque un dolcissimo dejà-vu di quegli anni d’oro da tutti ricordati e rimpianti amaramente. Tutto sembrava presagire il meglio, insomma. Ma così non è stato: 1-2 secco, granata dominanti e letali con l’accoppiata Palumbo-Marras e fine del sogno Serie B diretta.

Ecco spiegata, dunque, la contestazione di un centinaio di tifosi etnei all’esterno del vecchio Cibali. Urla, cori di disapprovazione, proteste fino a tarda notte, aspettando l’uscita del pullman che trasportasse capitan Biagianti e compagni fuori dall’impianto. Sentimenti negativi, insomma, dettati dal troppo amore verso questa maglia, dalla voglia di rivalsa sempre più forte dopo stagioni terribili e irte di difficoltà. Emozioni che, probabilmente, non riescono a far propria la cosiddetta “cultura della sconfitta”, ossia il rendersi pienamente conto della superiorità dimostrata sul campo dall’avversario ed applaudirlo, semplicemente, senza andare oltre. Chimera? Probabilmente sì, specie in questo sport purtroppo. Tuttavia, nulla può essere imputato all’encomiabile tifoseria etnea, libera di sfogare civilmente il proprio dissenso dopo un insuccesso pesantissimo e impossibile da digerire. La stagione, però, è ancora lunga ed il Catania ha dimostrato di potersi giocare ampiamente le proprie carte anche nella lotteria dei play-off. Il rammarico c’è, perdurerà per qualche settimana, ma siamo certi che allo scoccare degli spareggi il “Massimino” riesploderà nuovamente di passione. Sperando, questa volta, che a trionfare siano il rosso e l’azzurro.

Daniele D’Alessandro

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel News da Lentini: Torrente nuovo allenatore della Sicula Leonzio | Catanista https://t.co/BV4f71W0j8
Catania_Channel Torre del Grifo: oggi seduta pomeridiana https://t.co/JmQlopmmR7
Catania_Channel Serie C, girone C: Juve Stabia impressionante, meglio del Lecce 17/18 https://t.co/ngMAloPerj
Follow Catania_Channel on Twitter