CATANIA, CONTRO IL LECCE VIETATO SBAGLIARE!

si_scrive_matera

Stavolta, non si può proprio sbagliare. Con questa prerogativa il Catania si prepara ad affrontare il Lecce, match spartiacque della stagione etnea. Occorrono punti sì, ma anche ritrovare quell’entusiasmo che pare essersi sopito dopo le ultime, poco confortanti, prestazioni della banda di Pancaro. Al “Massimino” si giocherà in un ambiente caldo, anzi bollente. I tifosi etnei, infatti, presenzieranno in massa sui gradoni del vecchio Cibali, aderendo così all’iniziativa della Curva Nord a difesa del patrimonio storico-calcicistico della squadra rossazzurra. “Riempiamo la Curva, difendiamo e proteggiamo la nostra matricola e la nostra leggenda”, questo è stato il monito degli ultras tramite i social, soprattutto Facebook. Catania risponderà presente, almeno così si spera e ci si attende.

Gli etnei e il Lecce si ritrovano ad affrontarsi in terza divisione dopo addirittura 41 anni. Lontani sono i fasti dei match emozionanti in Serie A, quando le due pennellate di Ciccio Lodi su punizione regalarono a Simeone e i suoi una vittoria fondamentale per la permanenza nella massima serie. Come dimenticare, inoltre, la rocambolesca gara del 2012, quando lo stesso ex numero 10 etneo decise di sacrificarsi in porta dopo l’ingenua espulsione di Juan Pablo Carrizo. Altre sfide, altra storia. Passato che ormai non conta più nulla, il presente chiama e si allaccia inevitabilmente al futuro.

Per ciò che riguarda le formazioni, Pancaro è alle prese con l‘abbondanza. In attacco freme Arturo Lupoli, anche se il tridente iniziale dovrebbe essere composto come al solito da Falcone, Calil e Calderini. Problemi di scelta anche a centrocampo, dove a contendersi tre maglie sono Agazzi, Musacci, Di Cecco, Castiglia e Pessina. Ancora fuori Ivan Castiglia, prima chiamata tra i convocati per Francesco Bombagi. Tutto confermato, invece, dietro, con Liverani tra i pali e Garufo, Pelagatti, Bergamelli e Nunzella allineati a quattro per proteggere la porta dell’estremo difensore ex Barletta. Da sottolineare, inoltre, il ritorno tra i disponibili di Tino Parisi, col terzino siracusano pronto a insidiare il posto sulla destra dell’ex esterno del Trapani.

Catania chiamato all’esame Lecce: stavolta, non si può sbagliare!

Queste le probabili formazioni in campo al “Massimino”:

Catania (4-3-3): Liverani, Garufo, Bergamelli, Pelagatti, Nunzella; Di Cecco, Agazzi, Pessina; Falcone, Calil, Calderini (Lupoli) all.Pancaro

Lecce (3-4-3): Perucchini; Freddi, Cosenza, Abruzzese; Beduschi, Salvi, Papini, Lepore; Doumbia, Moscardelli, Caturano all.Braglia

Daniele D’Alessandro

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel RICERCA DI CONTINUITÀ: A POTENZA LA GARA-VERITÀ - Catania Channel https://t.co/Wl43P4B2jG
Catania_Channel Potenza, la probabile formazione anti-Catania https://t.co/WEzo5hv2Wt
Catania_Channel Potenza-Catania, la probabile formazione degli etnei https://t.co/HqnCdjGDyH
Follow Catania_Channel on Twitter