L’ORA DELLA VERITÀ

dav
In un “Massimino” che si appresta a mostrarsi per la seconda volta consecutiva come nelle grandi occasioni, con un pubblico da record per la categoria nonostante l’impossibilità di usufruire degli abbonamenti in occasione della “Giornata rossazzurra”, andrà in scena la più attesa delle sfide di questo finale di stagione della Serie C, almeno per quanto riguarda l’alta classifica. Gara che è attesa ormai da tempo alle pendici del vulcano e che la schiacciante vittoria contro l’Akragas ha nuovamente caricato di aspettative nonostante il mezzo passo falso di due settimane fa contro la Juve Stabia. In caso di vittoria, infatti, gli etnei non solo chiuderebbero definitivamente il discorso secondo posto, che sarebbe seriamente ipotecato anche con un pareggio visti i 3 punti di vantaggio sui cugini, ma si porterebbero ad un solo punto dalla capolista Lecce, la quale ha dovuto suo malgrado riposare e domani potrebbe vedere il proprio vantaggio in classifica ridursi al lumicino a sole due gare dal termine. Grande fiducia dunque in casa rossazzurra, con non altrettanto entusiasmo tra le fila granata, reduci da un solo punto in due gare, e apparsi stanchi ed appannati dopo la grande rincorsa alla quale sono stati costretti dopo un inizio di stagione col freno a mano tirato.

Ennesima occasione per Biagianti e compagni di giocarsi le proprie carte in un campionato che, fino a poco più di un mese fa sembrava chiusissimo in direzione Salento, e che ora da agli etnei l’opportunità di sognare e mettere pressione ai giallorossi di mister Liverani. Per riuscire nell’impresa Lucarelli dovrebbe affidarsi all’ormai formazione tipo delle ultime settimane (eccezion fatta per il turnover in difesa della gara di Agrigento) con Biagianti, Lodi e Mazzarani a centrocampo, Blondett adattato nel ruolo di terzino destro e Barisic, Manneh e Curiale in avanti, con gli scalpitanti Di Grazia e Russotto pronti ad entrare a gara in corso a mettere ulteriore imprevedibilità al servizio della causa. Calori risponderà affidandosi a bomber Evacuo, all’ex di turno Fabio Scarsella e alla voglia di riscatto dei suoi, reduci da un pareggio casalingo beffardo contro l’Andria, quart’ultima forza del torneo.

Queste le probabili formazioni:

CATANIA (4-3-3): Pisseri; Blondett, Aya, Bogdan, Marchese; Lodi, Biagianti, Mazzarani; Barisic, Curiale, Manneh. All. Lucarelli

TRAPANI (3-5-2): Furlan; Drudi, Pagliarulo, Silvestri; Marras, Scarsella, Corapi, Palumbo, Bastoni; Evacuo, Murano. All. Calori

Claudio Maggio

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel Mercato – Maiorino: da definire l’accordo con il Catania https://t.co/mm11LvCWhp
Catania_Channel Vittorio Galigani a Catanista: "Ripescaggio possibilità concreta, in serie C gironi da 20 squadre" | Catanista https://t.co/R40DTwc13p
Catania_Channel PRESENTATI ANGIULLI E LLAMA, ARGURIO: "PRONTI ANCHE PER LA B" - Catania Channel https://t.co/cEwzKnQ6kf
Follow Catania_Channel on Twitter