LEGA PRO: ARRANCANO ANCORA LE FAVORITE

il_catania_ritrova_i_tre_punti_il_foggia_ferma_la_casertana

Seconda ed ultima domenica di riposo per il Catania. Domenica infatti, gli etnei esordiranno in quel di Matera. Stessa sorte anche per le due ripescate, Monopoli e Messina che, dopo aver ottenuto i rinvii delle prime due giornate, debutteranno l’una contro l’altra. Seppur a ranghi ridotti, non sono mancati gol e spettacolo nella seconda giornata del girone C di Lega Pro.

In questa stagione, il girone sud appare decisamente il più competitivo. Oltre il Catania,  squadre come Lecce, Foggia e Juve Stabia sembrano finite in Lega Pro quasi per scherzo. Eppure alcune di loro hanno già capito che tornare in B non sarà proprio una passeggiata.

È il caso del Foggia, sorpresa in negativo di questo avvio di campionato, che sta incontrando non poche difficoltà. La squadra allenata dall’ex rossazzurro De Zerbi, impatta contro un ottimo Catanzaro e non va oltre l’1-1. A conferma di un avvio non esaltante delle grandi del girone, la neopromossa Fidelis Andria, dopo aver espugnato alla prima giornata il “Via del Mare” di Lecce con un pesantissimo 1-3, vince nuovamente e conquista la vetta della classifica.

La doppietta di Morra e la splendida punizione di Strambelli stendono il Matera, prossimo avversario dei rossazzurri. La squadra di Dionigi si ritrova adesso con un punto in classifica: ha vinto all’esordio, ma ha dovuto scontare l’iniziale penalizzazione di due punti. L’Andria, però, non è l’unica matricola a tener testa alle grandi del Girone C.

La Lupa Castelli Romani, infattiferma il più attrezzato Benevento, recuperando l’iniziale svantaggio grazie a una rete di Icardi, che fissa il punteggio sull’1-1. Stesso risultato per il Martina Franca contro una Paganese che non smette di stupire. Sorprende anche la capolista Casertana che vola in vetta a punteggio pieno grazie alla vittoria per 1-0 ai danni del Melfi.

Il big match di giornata, invece, se lo aggiudica il Lecce di Moscardelli espugnando il “Romeo Menti” di Castellammare di Stabia. Decide la rete di Papini al minuto 49 che regala i primi tre punti della stagione ai pugliesi. Falsa partenza per la Juve Stabia. I campani, infatti, rimangono impantanati a quota zero rappresentando l’emblema delle “grandi” in difficoltà.

Tuttavia, la classifica è ancora precaria soprattutto in virtù delle diverse gare da recuperare. Alla lunga, sicuramente usciranno fuori i valori tecnici di squadre più attrezzate rispetto ad altre. Il Catania di Pancaro dai bassifondi della classifica, ai blocchi di partenza non può far altro che rimboccarsi le maniche e prepararsi ad un percorso in cui tutti gli avversari stanno sullo stesso piano. Il diktat? Non sottovalutare nessuna compagine cercando di colmare immediatamente il gap di 9 punti.

Marco Zappalà

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel Catania, attento al dato: se l'Akragas passa in svantaggio... | Catanista https://t.co/q2Y7G6sBhh
Catania_Channel Amarcord – Quel derby di Sicilia con Lo Monaco al Palermo… https://t.co/XsKJuOJ5LP
Catania_Channel NewsCatania – Catania, Akragas bestia nera in campionato: i numeri https://t.co/gPpLXtRtU7
Follow Catania_Channel on Twitter