CATANIA, PETRONE: “DOMANI MI ASPETTO IL MASSIMO, NON GUARDIAMO LA CLASSIFICA DEL MELFI”

per

Dopo la sfavillante vittoria nel derby contro il Messina, per il Catania di Mario Petrone è già tempo di pensare al Melfi, prossimo avversario dei rossazzurri domani allo stadio “Massimino”. Nella classica conferenza stampa di vigilia a Torre del Grifo, l’allenatore etneo ha risposto così alle domande dei cronisti presenti: “Siamo pronti per la gara contro il Melfi, non si tratta di adattarsi al modulo degli avversari ma sfruttare le nostre capacità e caratteristiche. Il Melfi è una squadra che fa gol, nonostante il loro ultimo posto in classifica. Aldilà di questo m’interessa vedere la mia squadra avere fame, cercare di raggiungere tutti insieme l’obiettivo. I ragazzi dovranno dare tutto fino al 90° minuto. Dovremo essere umili, perchè con l’umiltà si possono centrare gli obiettivi. Dovremo avere spirito di sacrificio, lottare su ogni pallone. Non dobbiamo guardare la classifica degli altri, loro sanno che io mi aspetto il massimo domani. Difesa a 4 contro il Melfi? Possiamo giocare si a 4 che a 3 senza problemi, così come il centrocampo può essere composto da 3, 4  o 5 elementi. Come stanno Baldanzeddu e Di Cecco? Domani non ci saranno entrambi. Il loro percorso di recupero procede spedito. Da settimana prossima Ivano comincerà a spingere un po’ di più, il suo non è un problema organico e, conoscendo anche il temperamento del ragazzo, conto di ritrovarlo al 100% in 3-4 settimane. Per Mimmo, invece, il discorso è diverso: il suo obiettivo è tornare in tempo entro l’ultimo mese della stagione”.

Chi è il nostro rigorista? E’ una bella domanda, ma ai ragazzi bisogna dare fiducia – prosegue Petrone – Ci sta che in una stagione possano essere sbagliati dei rigori. Domani, come al solito, verranno stabiliti 3 rigoristi, ma aldilà di questo io ho fiducia in tutti e non voglio puntare il dito contro nessuno. Barisic sta scalando le gerarchie? Tutti i nostri attaccanti stanno bene, ho molte soluzioni a disposizione. Le scelte dipenderanno sempre dalle varie situazioni: a Messina avevo bisogno di un giocatore pesante su un campo difficile e Maks è entrato facendo molto bene. L’importante è sempre la gestione della gara in tutti i 95 minuti. Tutti si aspettano una replica della partita con il Messina, noi dovremo dare sempre il massimo. Problema espulsioni? I cartellini rossi vanno considerati in base alle situazioni. Gil viene da un campionato molto diverso, è abituato a marcare molto forte e quindi può capitare incappi in certi episodi.  Lodi? Il ragazzo è eccezionale, siamo a sua completa disposizione e lui con noi. Io però sono concentrato sui ragazzi che devono farci raggiungere l’obiettivo: di certo, Ciccio non lo scopro io. Scoppa alla Mascherano? Federico è un ottimo calciatore, potrebbe anche essere provato dietro ma abbiamo altri calciatori come Mbodj o il giovane Longo che ci danno buone garanzie. Lo Monaco? Al direttore è piaciuto l’atteggiamento della squadra, la voglia di vincere la partita in ogni istante. Quando ci siamo sentiti gli ho detto di stare pensando già al Melfi e lui ha condiviso in pieno il mio pensiero”.

Daniele D’Alessandro

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guarda le partite del Catania

Seguici su Twitter

Catania_Channel La Sicilia – Le pagelle del Catania in Coppa: “Manneh e Russotto reattivi. Flop Ripa” https://t.co/Dtm3jgSuQc
Catania_Channel Gazzetta – Catania eliminato in casa. Russotto illude nel finale https://t.co/d0z7zKsmp7
Catania_Channel Il Catania saluta la Coppa. Risposte a metà dalle seconde linee https://t.co/rX7u9S1MEQ
Follow Catania_Channel on Twitter